Costantini: “Servono nuove risorse per sostegni alle imprese”

“Confidiamo che nel DEF siano previste consistenti risorse aggiuntive per fronteggiare la fase di emergenza”. È quanto afferma il Presidente di CNA, Dario Costantini, in vista del varo del Documento di economia e finanza da parte del Governo.
“Il clima di diffusa preoccupazione a causa della guerra sta impattando in modo significativo sulla fiducia e sulla congiuntura economica che mostra evidenti segnali di rallentamento e tuttavia il mondo degli artigiani e della piccola impresa sta confermando il prezioso contributo alla crescita. Le attività economiche a maggiore presenza di micro e piccole imprese continuano a mostrare performance positive confermate anche dall’andamento dell’occupazione.
Le maggiori criticità riguardano alcuni segmenti della manifattura che risentono della crisi internazionale e dell’effetto delle sanzioni commerciali e per le quali occorre un sostegno per diversificare i mercati all’esportazione.
Per il presidente della CNA è comunque necessario che l’Italia e l’Europa facciano ogni sforzo utile a fermare il conflitto. Al tempo stesso serve rafforzare le misure a protezione del sistema produttivo per superare la fase emergenziale e accelerare gli interventi più strutturali di medio lungo periodo.
In particolare i rincari dell’energia e dei materiali stanno diventando insostenibili e richiedono risposte efficaci, anche per contrastare fenomeni speculativi. “Sarà necessario prorogare lo sconto sulle accise sui carburanti – afferma Costantini – e il resto delle misure per calmierare le bollette. Occorre ampliare il paniere dei materiali per i quali scatta la revisione dei prezzi negli appalti con la Pubblica amministrazione ed è necessario introdurre anche per artigiani e piccole imprese forme di incentivazione per favorire impianti di autoproduzione da fonti rinnovabili”.

Dichiarazione video del Presidente CNA Dario Costantini

Allegati