CNA IMOLA FAVORISCE L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Direttore Bova: “La CNA collabora con gli istituti imolesi per l’alternanza scuola-lavoro”

Il 6 febbraio sono scadute le iscrizioni on-line per gli studenti delle secondarie di primo ciclo e le rispettive famiglie. Si tratta di una scelta importante che avrà risvolti significativi, anche di tipo professionale, ma che troppe volte purtroppo non viene pesata per quel che vale.

Gli esiti, infatti, di alcune recenti indagini elaborate a livello regionale (riferite al profilo del Diplomati del 2016) proiettano un’immagine abbastanza preoccupante dei giovani appena promossi all’esame di maturità: quasi uno su due (il 48%) si è detto “pentito” dalla scelta fatta a 14 anni e se tornasse indietro, di sicuro sceglierebbe una scuola o un indirizzo di studio diversi.

“Va detto però che nel 2015 con la legge 107/2015 – ricorda Ornella Bova, Direttore CNA Imola Associazione Metropolitana – è stato introdotto l’obbligo dell’alternanza scuola-lavoro negli istituti superiori che consente pluralità di soluzioni didattiche e favorisce il collegamento con il territorio”.

A tal proposito, con soddisfazione, si evidenzia che CNA Imola Associazione Metropolitana “collabora con due scuole superiori dell’imolese, quali l’I.I.S.Francesco Alberghetti e l’I.I.S. Paolini-Cassiano”, coinvolgendo aziende e imprese nel progetto “Alternanza Scuola-Lavoro” che secondo il Direttore Bova “ha dato dei primi risultati incoraggianti e reso possibili, pur in momenti così difficili, anche alcune assunzioni di neodiplomati che hanno preso parte a stage presso le imprese. CNA Imola ha, infatti, coinvolto sinora ben 24 imprese del Circondario imolese, per un totale di 74 studenti-lavoratori interessati all’alternanza Scuola-Lavoro (in stage ed in apprendistato di 1° tipo)”.